Prospettive

Prospettive

Patrimonio, esperienza, partecipazione.

La materia di cui ci occupiamo, in tutte le nostre attività educative e in quelle digitali, è il Patrimonio culturale. 

Con questi termini intendiamo tutto ciò che di materiale e immateriale porta con sé storie e racconta di noi, di come siamo stati, di come siamo e ci aiutano a immaginarci come saremo.

Sono quindi le sfide dell’accessibilità, della rappresentanza, del generare interesse, della partecipazione, quelle che permeano la nostra formazione, in continuo aggiornamento e sviluppo.
Abbiamo individuato alcune prospettive nelle quali vogliamo impegnarci a portare il nostro personale contributo per lo sviluppo di nuove pratiche di esperienza del patrimonio.

A parole tue

Abbiamo imparato come l’esperienza museale sia uno strumento funzionale all’insegnamento della lingua italiana come lingua L2. Un percorso guidato tra le opere stimola la produzione orale e scritta in un contesto diverso da quello scolastico; l’osservazione delle opere permette di creare un campo neutro di discussione e di racconto. Si tratta poi di far sperimentare il museo come luogo degli affetti e delle esperienze, per promuovere la sua visita e il ritorno come occasione di incontro.

Cultura di tutti

Crediamo fortemente che il museo e i luoghi della cultura siano tra le chiavi di accesso alla completa realizzazione di sé e alla personale appropriazione delle libertà. Per questo ci aggiorniamo continuamente sui temi e sulle pratiche della museologia e della cittadinanza attiva per promuovere una maggiore partecipazione delle comunità e dei singoli visitatori alla vita dei luoghi della cultura.

In rete

Cultura di tutti

Le realtà che lavorano nel mondo della cultura accrescono le loro prospettive e il loro impatto mettendosi in rete. Insieme si progetta, si raccontano storie e sinergie, si rafforzano sogni e si scambiano competenze relative alle professioni culturali. Per questo facciamo parte di Meme evoluzione culturale, la piattaforma di condivisione e scambio tra istituzioni culturali, scuole, aziende e giovani.